Un quadro preoccupante

Le previsioni di Confindustria e la periodica rilevazione ISTAT sulle grandi imprese disegnano un quadro attuale e prospettico del mercato del lavoro italiano particolarmente preoccupante. A ciò si aggiunge la bassa produttività del lavoro segnalata dal rapporto ISFOL e causata da un disastro educativo che, avendo offerto ai giovani percorsi dequalificati e poco apprezzati dal ...

La mia risposta a Elsa Fornero

Signora Ministro, quando, nel contesto di una emergenza rivelatasi poi consuetudine, il governo ha cancellato ogni transizione nel percorso già disegnato della riforma previdenziale, abbiamo scritto su “il corriere” di ” numeri e persone”. Viviamo un tempo nel quale dobbiamo certamente far di conto per quel bene pubblico primario che e’ la stabilità, ma dobbiamo ...

Intervista a Il Sole 24 Ore

L’ex ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, ha sempre dato una lettura cauta, nei primi anni di recessione, delle dinamiche occupazionali fotografate dall’Istat. Ma i numeri di ieri, diffusi il giorno dopo il voto finale del Senato (cui lui non ha partecipato) sul disegno di legge di riforma del marcato del lavoro, cambiano il quadro. «I ...

Perché non voterò il Ddl sul Lavoro

Su Rightnation.it potete trovare la mia dichiarazione di voto integrale e i motivi per cui non parteciperò al voto sul Ddl Lavoro.

Correggere il DDL Lavoro

Il testo di riforma del lavoro approvato dalla commissione contiene significativi miglioramenti rispetto al disegno di legge del Governo, ma rimane una disciplina peggiorativa nel complesso rispetto alla normativa vigente. E ciò può ridurre la propensione ad assumere ed intraprendere in un tempo nel quale prevalgono le incertezze sul futuro. Le norme sono generalmente complesse ...

Italia intrappolata nella recessione: il Governo rifletta

I dati dell’Ocse di oggi e di Eurostat di ieri descrivono un’Italia intrappolata nella recessione e nella crescente disoccupazione anche in ragione dell’alta pressione fiscale sulle famiglie, sulle imprese e sul lavoro. Rivolgo al Governo un appello a riconsiderare l’ulteriore aumento del costo del lavoro disposto dal suo provvedimento sul lavoro all’esame del Parlamento. Sarebbe ...

Sul Lavoro non parteciperò più ai lavori parlamentari

La riforma del lavoro, disegnata dal Governo a seguito di un lungo confronto con le parti sociali si è configurata inizialmente come una diffusa modifica della legge Biagi che pure ha generato maggiore occupazione fino alla crisi anche se compensata da una modesta e incerta modifica dell’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori. Ricordo che, in base alla manovra della trascorsa ...

Una riforma che ostacola l’occupazione

Una riforma che ostacola l'occupazione
Caro Direttore, nel momento di inizio dell’esame parlamentare del complesso disegno di legge sulla controversa materia del lavoro, può essere utile chiarire ancor più uno dei punti di vista. Quello di coloro che tanto hanno sostenuto l’annuncio di una riforma coerente con le univoche indicazioni europee e degli istituti internazionali, quanto sono rimasti delusi dall’esito ...

Il Governo Monti ascolti le imprese

Il Governo Monti ascolti le imprese
Il presidente Monti dovrebbe ascoltare con serenità ed interesse le ragioni critiche delle imprese, dei consulenti del lavoro, di molti tecnici del diritto che segnalano, nella riforma presentata dal Governo, la larga prevalenza di norme che evidenziano diffidenza e ostilità della amministrazione verso i datori di lavoro, inibizione all’uso dei contratti flessibili in un tempo ...

Preoccupa il giudizio delle imprese

Preoccupa il giudizio delle imprese
Stiamo purtroppo parlando di un disegno di legge prescrittivo e nemmeno con contenuti di delega sui temi prevalenti. Si tratta quindi di un processo legislativo complesso, a un anno dalle elezioni, sulla materia più divisiva tra gli stessi grandi partiti che sostengono il Governo. Conterà quindi anche il dettaglio, ove si nasconde spesso il diavolo, ...