La Germania e noi

Le ricorrenti incursioni, vere e presunte, di esponenti tedeschi di ogni parte politica sul voto italiano sono l’inevitabile conseguenza di un conflitto di interessi tra la Germania da un lato e i paesi dell’Europa meridionale dall’altro. In Germania prevale oggi l’idea di uno sviluppo “baltico”, sostenuto da un Euro forte rispetto alle valute con cui ...

Meno regole in un’Europa aperta al mercato

La crisi dell’eurozona ha messo in evidenza la debolezza della governance europea. Appare così datata la tesi di coloro che propongono «Più Europa» nel solco dei limiti riscontrati e affidano la crescita alla spesa pubblica, ancorché comune. La piramide europea va rovesciata. Non più un vertice senza dimensione da cui promanano verso il basso obblighi ...

Nessuno scandalo

Nessuno scandalo
Il Presidente Monti ha correttamente constatato che nelle economie moderne cambiano velocemente i modi di produrre ed organizzare i beni e i servizi cambiando conseguentemente i rapporti di lavoro. Ed ha ancora ragione quando indica ai nostri giovani il diritto e il dovere di cogliere tutte le opportunità che questi cambiamenti inducono perché le insicurezze ...

Il mio appello a Monti

Il mio appello a Monti
È questo un giorno certamente importante perché al tavolo negoziale siedono non soltanto i Governi ma anche i Parlamenti. Vorrei ricordare per tutti il ruolo che la Germania ha riconosciuto e riconosce al Bundestag rispetto alle decisioni comuni assunte e assumende. Nei prossimi giorni certamente avrà ancora un ruolo la tecnica, ma dovrà ancor più ...

Intervista al Corriere della Sera

Intervista al Corriere della Sera
«Per la crescita si segua l’agenda concordata dall’esecutivo Berlusconi con la Commissione europea. Si guardi ai numeri ma soprattutto alle persone» «Facciamo sentire la nostra voce alla Ue» L’ex ministro Sacconi: ora strumenti di sostegno illimitato all’Euro. Lavoro, si pensi ad intese locali di sperimentazione sull’articolo 18. Positivo tutto quello che rigenera l’offerta moderata alternativa ...

Sogni d’oro/ Serve la stabilità dell’euro

Sogni d'oro/ Serve la stabilità dell'euro
Care amiche, cari amici, male la borsa, alti i differenziali fra i titoli italiani e quelli tedeschi. Insomma i mercati finanziari non apprezzano l’accordo europeo e ciò è comprensibile per le ragioni che vi ho già detto. Insisto a dirvi che i nostri sacrifici a nulla servono se non sono accompagnati dalla stabilità dell’euro. Quindi, ...

La mia intervista al Mattino di Padova

La mia intervista al Mattino di Padova
Vi segnalo la mia intervista di oggi uscita su Nuova Venezia, Mattino di Padova e Tribuna di Treviso. [scribd id=75392284 key=key-68a9xfxepvileg8u5li mode=list]

Sogni d’oro/ Il calvario non è finito

Sogni d'oro/ Il calvario non è finito
Care amiche, cari amici, a Bruxelles ancora un volta solo il bastone ma non la carota. L’Unione fiscale che è stata deliberata costituirà infatti un robusto vincolo per i Paesi membri ma non sarà ancora accompagnata da uno strumento comune di tutela certa della moneta, paragonabile a quello garantito dalle grandi banche centrali. E senza ...

Sogni d’oro/ E’ l’ora delle grandi decisioni

Sogni d'oro/ E' l'ora delle grandi decisioni
Cari amici, la pesante manovra di Monti toglie ogni alibi ai tedeschi. Il nostro premier ha ora il dovere di utilizzare al meglio il largo consenso parlamentare che lo sostiene per negoziare una adeguata strumentazione europea a sostegno della stabilità della moneta comune. Ormai tutti i paesi dell’euro, Germania compresa, sono monitorati in vista di ...

Tasse, pensioni e poca crescita

Tasse, pensioni e poca crescita
Un grande partito come il Pdl è inevitabilmente tenuto a comportamenti responsabili nel nome del superiore interesse nazionale che in questa fase si realizza attraverso un’ampia delega al Governo varato per l’emergenza. Turarsi il naso e votare non significa tuttavia chiudere gli occhi sugli squilibri di questa manovra, tutta tasse, pensioni e ben poca crescita, ...