Un quadro preoccupante

Le previsioni di Confindustria e la periodica rilevazione ISTAT sulle grandi imprese disegnano un quadro attuale e prospettico del mercato del lavoro italiano particolarmente preoccupante. A ciò si aggiunge la bassa produttività del lavoro segnalata dal rapporto ISFOL e causata da un disastro educativo che, avendo offerto ai giovani percorsi dequalificati e poco apprezzati dal ...

Tutelare chi si è visto cambiare improvvisamente le regole

Si tratta di definire che cosa si intenda per “esodati”, se sono soltanto coloro che hanno interrotto il rapporto di lavoro prima dell’ingresso della nuova disciplina o se invece sia una platea più ampia di persone che hanno pianificato un percorso graduale e progressivo di uscita dal mercato del lavoro sulla base di accordi individuali ...

La mia risposta a Elsa Fornero

Signora Ministro, quando, nel contesto di una emergenza rivelatasi poi consuetudine, il governo ha cancellato ogni transizione nel percorso già disegnato della riforma previdenziale, abbiamo scritto su “il corriere” di ” numeri e persone”. Viviamo un tempo nel quale dobbiamo certamente far di conto per quel bene pubblico primario che e’ la stabilità, ma dobbiamo ...

Intervista a Il Sole 24 Ore

L’ex ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, ha sempre dato una lettura cauta, nei primi anni di recessione, delle dinamiche occupazionali fotografate dall’Istat. Ma i numeri di ieri, diffusi il giorno dopo il voto finale del Senato (cui lui non ha partecipato) sul disegno di legge di riforma del marcato del lavoro, cambiano il quadro. «I ...

Perché non voterò il Ddl sul Lavoro

Su Rightnation.it potete trovare la mia dichiarazione di voto integrale e i motivi per cui non parteciperò al voto sul Ddl Lavoro.

Una riforma che ostacola l’occupazione

Una riforma che ostacola l'occupazione
Caro Direttore, nel momento di inizio dell’esame parlamentare del complesso disegno di legge sulla controversa materia del lavoro, può essere utile chiarire ancor più uno dei punti di vista. Quello di coloro che tanto hanno sostenuto l’annuncio di una riforma coerente con le univoche indicazioni europee e degli istituti internazionali, quanto sono rimasti delusi dall’esito ...

Il Ddl rischia di essere un atto di resa

Il Ddl rischia di essere un atto di resa
La definizione della riforma del lavoro da parte del Governo attraverso un disegno di legge ordinario rischia di essere un atto di resa ai veti ideologici e la rinuncia a quel vero cambiamento così atteso dalle istituzioni comunitarie e internazionali. Nelle concrete condizioni istituzionali e sociali che caratterizzano l’Italia una riforma lungamente trascinata ed espressione ...

Interrogazione su defiscalizzazione contratti di prossimità

Interrogazione su defiscalizzazione contratti di prossimità
Insieme con una quarantina di senatori del mio gruppo, ho depositato oggi pomeriggio un’interrogazione al Governo per avere urgenti rassicurazioni in ordine alle molte anticipazioni che danno imminente l’emanazione di un decreto restrittivo e peggiorativo rispetto alle misure di defiscalizzazione attualmente vigenti e funzionali a incentivare le forme di remunerazione variabile e di risultato disposte ...

La mia intervista al Corriere della Sera

La mia intervista al Corriere della Sera
Sul lavoro l’esecutivo non deve consegnare a nessuno il potere di veto ROMA — «La riforma del mercato del lavoro rappresenta la prova del nove per il governo». E il Pdl non farà sconti, sembra dire l’ex ministro del Lavoro Maurizio Sacconi. Finora l’esecutivo «ha fatto bene a praticare un intenso ascolto delle parti sociali». ...