Sogni d’oro

Si avvicina il giorno della verità’ e la manovra sembra fatta di previdenza e tasse. Non di riforma del lavoro perché la sinistra pone un veto che il governo Monti pare accettare. Sulle pensioni circolano ipotesi di infelice combinazione tra diverse impostazioni che, se sommate, possono produrre effetti socialmente insostenibili.  Vigiliamo, disponibili a comportamenti responsabili ma indisponibili a interventi fuori misura realizzati per mera esecuzione di impostazioni astratte ed elitarie. Nonostante ciò, sogni d’oro.